Home > Argomenti vari > Il lato B

Il lato B

2 Dicembre 2008

 

Pare proprio che a sto mondo

non si possa mai quietare,

c’è un problema ogni secondo

che ci vede in alto mare.

Oltre a crisi di lavoro

e distruzione di risorse

si solleva anche il gran coro

sui ribassi delle borse,

ma non è mica finita

ci si metton anche i perversi

che riapron le ferite

sul problema dei diversi.

Cosa importa a quelli lì

se ci sono dei fratelli

più intonati al lato B

e ne fanno dei castelli,

come se non si sapesse

che gli ometti in generale

lo ricercan come piovesse

anche nel talamo nuziale

e so anche di sicuro

che ci son signore pie

che abbattono quel muro

recitando Ave Marie!

Se poi anche la vicina

preferisce la sua amica

non è mica una rovina

questa performance antica.

Certo un tempo era sommerso

il problema omosessuale,

la vergogna del diverso

gli imponeva di star male

e custodiva dentro il cuore

quella spinta a dichiarare

la natura del suo amore

verso chi haimè era uguale.

Ora parliamo di progresso,

ci vantiamo d’esser cresciuti,

ma la storia di sto sesso

ci rivela poco evoluti,

non si accetta facilmente

chi ha diversità di ormoni

che dirigono la mente

verso lidi con altri suoni,

ma siam certi che la campana

che sentiam suonare a loro

sia stonata e poco sana

e sia giusto l’altro coro?

Loro seguono un istinto

come tutti quanti noi,

la natura  è un labirinto

da districare se lo vuoi,

basta  rispettar le scelte

di chiunque si vuol bene

senza  mai porte divelte

o rumori di catene.

Fin dai tempi ben più tristi

nella Sodoma  in versetto

i nativi  perbenisti

camuffavano il vizietto

che soddisfaceva tanto

nel punir i loro nemici

senza il minimo rimpianto

se non ne erano felici!

Ora basta ipocrisia

e pensiamo a quei problemi

che ci stan portando via,

ma siamo proprio così scemi?

E chi deve intervenire

per le cose più importanti

guardi guerre, fame e divenire

senza usare sempre i guanti!

Sono i fatti che ormai contano,

non discorsi dai balconi

ed è ora che si affrontino

con approcci belli e buoni!

 

                          Esidra

 

 

 

 

 

 

 

 

Categorie:Argomenti vari Tag:
  1. 2 Dicembre 2008 a 17:48 | #1

    complimenti bellissime riglessioni. Lo spostamento dell’attenzione collettiva verso falsi problemi è una mossa politica, tanto per avere qualcosa che ci occupi la mente distogliendoci dai problemi veri.

  2. esidra
    2 Dicembre 2008 a 20:37 | #2

    x Caravaggio

    Ti ringrazio per i complimenti, è sempre un piacere rapportarsi con una persona intelligente che ha capito quanto sia subdola tutta la politica e non si fa passare i calzoni dalla testa come accade a molti, anche fra quelli a cui l’età dovrebbe avere insegnato qualcosa di più:-)

    Un abbraccio

  3. 4 Dicembre 2008 a 1:55 | #3

    Bravissima veramente!

    Ho trovato ‘na concorrente! :-) ))

    Me vieni a trovà?

    sempre si tte và…

  4. esidra
    4 Dicembre 2008 a 11:33 | #4

    x Procopio

    Ti ringrazio veramente

    e volo da te immantinente:-)

  5. 6 Dicembre 2008 a 17:09 | #5

    Ti adoro cara Esidra in versione Jovanotti, ti adoro :-)

    e naturalmente sottoscrivo ciò che è detto, perchè rispecchia in tutto anche il mio modo di pensare

  6. nA’
    7 Dicembre 2008 a 18:34 | #6

    Ciao dolcissima, ma tu hai sbagliato mestiere, dovevi fare la poetessa, ma Dante chi era???:-)Complimenti e un abbraccio forte forte

  7. 13 Dicembre 2008 a 21:08 | #7

    applauso CLAP CLAP !!! sei grande!

  8. esidra
    16 Dicembre 2008 a 9:27 | #8

    x Antonio e nA’

    Scusate carissimi se vi rispondo solo adesso, ma sono rimasta lontana dal pc per cause di forza maggiore.

    Vi ringrazio per gli accostamenti, d’altro canto Dante era a scuola con me e nel fare i compiti insieme mi ha fatto assorbire tutte le sue peculiarità, a Jovanotti invece ho fatto da balia e per via lattea gli ho tasferito l’eredità che avevo acquisito da Dante, insomma siamo una cosa sola! ahahahahahaahh

    Un bacio

  9. esidra
    16 Dicembre 2008 a 9:28 | #9

    x Caravaggio

    Sei troppo buono, grazie caro:-)

    Un abbraccio

I commenti sono chiusi.